FINALITÁ

a seguito dell’aggravarsi delle condizioni economiche di alcune famiglie del territorio, in seguito alla perdita di sicurezza lavorativa dovuta al prolungarsi delle misure restrittive, necessarie per il contenimento della diffusione del Covid-19, le parrocchie di Racconigi, Murello e Foresto, in sostegno alla Caritas Parrocchiale, che da sempre è al fianco delle famiglie maggiormente in disagio, mette a disposizione del territorio una prima tranche di 2.750 €, che potranno eventualmente essere re-finanziati in caso di ottenimento, da parte dell’ente, di ulteriori fondi dedicati al progetto

PERCHÉ QUESTO NOME “le colonne d’Ercole” ?

La casa è il bene primario di ogni famiglia, unico luogo sicuro dove potremo vincere la nuova sfida del Coronavirus. Gli slogan universali sono ormai “io resto a casa”. Ma non per tutti è scontato, poiché la possibile insolvenza delle varie scadenze, in cui alcuni nuclei famigliari potrebbero cadere, potrebbero mettere a rischio questo loro bene primario. La casa è ciò su cui si poggia il ben vivere di ciascuno, come le colonne d’Ercole rappresentavano il punto di stabilità oltre cui non si poteva andare oltre, ovvero non si può restare senza.

CHI PUÓ PARTECIPARE?

I nuclei famigliari in emergenza economica che si trovino in reale difficoltà a risolvere le scadenze di utenze o affitto dell’abitazione di residenza, in grado di dimostrare tale condizione. Non vengono posti limiti territoriali specifici, ma avranno comunque precedenza gli abitanti delle territorialità ecclesiastiche delle parrocchie San Lorenzo Martire di Foresto in Cavallermaggiore, Santa Maria e San Giovanni di Racconigi e san Giovanni Battista di Murello.

REQUISITI

Insieme alla propria carta d’identità è necessario presentare il proprio certificato ISEE, (nell’eventuale impossibilità di produrlo verrà accolta un’autocertificazione firmata e datata, in cui si dichiari, sotto propria responsabilità, il lavoro dei componenti della famiglia, in essere o perduti, con relativa situazione retributiva attuale), insieme a una propria domanda datata e firmata, relativa al contributo richiesto. Un recapito telefonico e un indirizzo mail, se disponibile. In allegato copia dei giustificativi delle utenze e/o affitti da risolvere. La presentazione di domanda preclude la possibilità di poter inoltrare ad altri enti la richiesta di contributo per le medesime fatture presentate a questo progetto.

LIMITI E CONFLITTUALITÁ

Il progetto non ha scadenza specifica, e termina con l’esaurimento del fondo. Ogni domanda è comunque soggetta ad approvazione dei requisiti e secondo valutazioni di commissione, che ne stabilirà l’accettazione totale, parziale o il rifiuto.
Il criterio di assegnazione, oltre alle precedenze già indicate al punto “requisiti” relative alla territorialità, seguirà canoni di emergenza, comunque a discrezione della commissione interna.
Un colloquio personale, nel rispetto degli standard di sicurezza del contenimento della diffusione del Covid-19, previsti dai decreti ministeriali corrispettivi a tale materia, potrebbe essere richiesto, (personale o telefonico).

PRIVACY
Presentando la sua domanda lei ci autorizza al trattamento dei suoi dati personali, all’archiviazione e alla condivisione con lo staff interno alla parrocchia, che deve valutare le domande, gestirle e predisporre le operazioni di gestione.

MODALITÁ PER PRESENTARE LA DOMANDA
Le richieste andranno presentate via mail all’indirizzo caritas.parrocchiaracconigi@gmail.com
Sempre tramite mail vanno allegati i certificati richiesti.
Un numero di un nostro volontario è a disposizione per chiarimenti sulla procedura e risponde al 348.784.78.54